Quale è la storia di Valuxxo?

Fin dall’inizio, l’obiettivo era quello di diventare molto più di un semplice marchio di moda e bellezza maschile. Infatti, Valuxxo è il risultato di un lungo viaggio di auto-scoperta e libera espressione di sé che è iniziato dalla mia infanzia in Italia ed è continuato nella mia età adulta quando mi sono trasferito in Inghilterra, quasi non conoscendo una sola parola di inglese e tutto ciò che ho realizzato ed imparato da allora sul mondo della moda e della bellezza di cui volevo così disperatamente essere una parte importante.

 

Per farla breve, Valuxxo è un marchio di bellezza e di moda con un messaggio principale di libertà ad essere se stessi e al meglio per se stessi. A volte, questo è più difficile di quanto sembri. A volte, il mondo ci mette pressione per essere qualcosa di inautentico o per nascondere le parti più importanti e profonde di noi stessi. Anche nelle parti più moderne, accettanti e progressiste del mondo, innumerevoli persone lottano con la comprensione e l’espressione di se stessi. Perché deve essere così? Ci sono molte ragioni per cui questo accade, ma spesso la ragione principale è che ci sono persone e istituzioni che rende tutto questo possibile.

 

Ho voluto condividere la mia storia per mostrare a tutti che non importa da dove vieni e quali difficoltà affronti per essere te stesso nella vita, ci sono passi che puoi fare per superarle. La mia storia penso sia simile a molte altre persone con ostacoli ed un passato non facile ma superare le mie sfide è ciò che mi ha dato la forza e l’ambizione di iniziare Valuxxo come prodotto della mia identità genuina – compresa la mia sessualità e la mia passione e amore per la bellezza, la moda e la cura della pelle per gli uomini come me.

Un Inizio non facile

Da dove viene valuxxo

Vengo da un piccolo paese della Sicilia vicino al mare, dove ho vissuto per molti anni come il più giovane di tre fratelli. Fin da piccolo sapevo che il mio ambiente familiare non era sano. Mio padre era un alcolizzato che abusava e tradiva mia madre, tornando costantemente a casa ubriaco e agendo violentemente per la maggior parte della mia infanzia. Ho sviluppato un forte senso di sfiducia e disprezzo per mio padre avendo visto mia madre all’ospedale molte volte a causa dei suoi abusi.

La parte peggiore era che, per quanto mia madre volesse sfuggire dalla situazione era veramente difficile non avendo lavoro né soldi ed era completamente soggiogata emotivamente da mio padre prepotente. Così, sono cresciuto vedendo una dicotomia molto forte tra mio padre – forte, violento e senza alcun rispetto per la famiglia – e mia madre – povera, impotente e priva di un proprio potere.

Da adolescente non ero molto più felice di quando ero bambino. Non sorridevo molto spesso. Non vivevo il tipo di vita divertente e spensierata che gli adolescenti dovrebbero avere. So che le cose sarebbero potute essere molto peggiori di come erano per me, ma a quei tempi e in quelle circostanze non pensavo molto al mondo al di fuori della mia vita. Tutto quello che riuscivo a vedere era che ero bloccato con la mia famiglia, la mia povera situazione a casa e i miei problemi.

In questo periodo ho iniziato a scoprire pienamente la mia sessualità e la frustrazione che derivava dal non essere in grado di esprimermi pienamente come uomo gay. Avevo alcuni amici che mi sostenevano molto, e di questo ne sono molto grato ma nel complesso mi sentivo molto represso dalla combinazione di dover nascondere la mia sessualità e i problemi con i miei genitori a casa.

Dopo un po’, questi problemi cominciarono ad esprimersi in me come una mia forma personale di alcolismo, come mio padre prima di me. Quasi ogni volta che uscivo con gli amici, finivo per bere più di quanto potessi gestire. Il mio problema con l’alcol è diventato così grave da mandarmi in coma in tre diverse occasioni. Sapevo nel profondo che stavo abusando di me stesso in questo modo perché non ero ancora felice. L’alcol era la mia fuga più facile dalla situazione. Mi permetteva di dimenticare temporaneamente tutto. Naturalmente, questo non aiutava ma peggiorava solo le cose per me, perché dovevo ancora affrontare la realtà…

Quando ho iniziato il liceo, ho avuto molte difficoltà a concentrarmi sulla mia istruzione. Stavo ancora lottando con i miei problemi personali. Non avevo un senso di identità fermo e coerente. Allo stesso tempo, mia madre decise finalmente di separarsi da mio padre, e io presi la decisione, insieme ai miei fratelli, di andare a vivere con lei e sostenerla in questo difficile periodo in cui era finalmente libera.

Dopo aver abbandonato il liceo, ho fatto molti piccoli lavori per potermi pagare le spese. Sfortunatamente, mia madre alla fine decise di tornare con mio padre. Mi trasferii con loro non avendo altra scelta. Naturalmente, lì non era ancora un ambiente sicuro e positivo per me. Non era il tipo di posto in cui volevo stare, ed ero finalmente pronto ad accettare questo fatto. Ho capito allora che avevo bisogno di allontanarmi per sempre dal mio ambiente familiare tossico e di abbracciare finalmente chi ero veramente alle mie condizioni.

Il monumentale trasferimento in Inghilterra

Cambio di vita per valuxxo

 

Nel 2012, ho venduto la mia auto e ho usato i soldi per qualcosa di vermanete utile a me stesso. Non sapevo dove sarei andato dopo, ma sapevo che non potevo continuare a vivere una vita che non era veramente mia.

Vedevo chiaramente che tutto intorno a me era sbagliato, specialmente le persone malsane nella mia vita, come la mia famiglia. Ho capito subito che volevo cogliere questa opportunità per imparare di più su me stesso e fare esperienze diverse.

Volevo andare in un posto dove avrei potuto conoscere nuove culture e nuovi modi di vedere il mondo. Volevo sentirmi finalmente al sicuro e accettato nel mondo. Volevo imparare nuove lingue, specialmente l’inglese perché mi piaceva tradurre i testi in inglese dei miei cantanti americani preferiti.

Volevo essere in grado di ascoltare le canzoni e capirne appieno il significato la prima volta che le sentivo senza dover tradurre meticolosamente le parole, l’inglese era anche la mia lingua preferita da imparare a scuola ed era usata ovunque nel mondo della Moda e della Bellezza quindi, è così che inizialmente ho avuto l’ispirazione di trasferirmi nel Regno Unito.

La prima città in cui ho vissuto è stata Brighton, dove ho lavorato come assistente parrucchiere mentre mettevo in pratica il mio inglese di base. Anche in quelle circostanze limitate, ho finalmente iniziato a guadagnare e a vedere il mondo al di là della brutta realtà da cui venivo.

Nonostante le difficoltà, ero già molto più felice di quanto non lo fossi mai stato con la mia famiglia e stare nel nuovo ambiente, interagire con persone quasi interamente in una nuova lingua, mi ha costretto a crescere come niente a casa aveva mai fatto prima. È stata dura, ma sapevo che era la strada giusta per me per superare il mio passato problematico.

È stato allora che ho iniziato a studiare Fashion Styling e Consulenza d’immagine. Ho pensato che avrei potuto esercitare il mio inglese su qualcosa che amavo veramente e stava diventando molto chiaro che le mie passioni risiedevano nella moda, nello styling e nella bellezza.

Da quel momento in poi sono cambiato e mi son trasformato in qualcuno che si sentiva sempre più a suo agio con la propria immagine. Ho iniziato ad essere ispirato dall’arte, dalla bellezza e dalle persone intorno a me. Qualcosa stava cambiando in me. Stavo diventando più sicuro di me. Stavo diventando anche una persona migliore.

Ho deciso di lasciare Brighton allora perché ero pronto a entrare in un ambiente cittadino con più opportunità di business. Sentivo di dover fare di più. Avevo bisogno di mettermi in gioco. Avevo bisogno di vedere qualcosa di più grande e di sperimentare qualcosa di più grande perché sapevo che dentro di me c’era qualcosa, qualcosa che non avevo avuto l’opportunità di esplorare prima, sapevo che volevo di più…

Così sono andato a Londra e ho fatto domanda per lavorare per una società che gestisce i backstage delle Sfilate di moda, Festivals di Musica ed eventi di bellezza per grandi firme. Ho conosciuto molte persone nell’industria della moda e della musica grazie a questa esperienza. Era un mondo completamente diverso ed un mondo che mi piaceva molto, veramente molto.

Stavo finalmente iniziando a lasciarmi alle spalle il mio passato. Ho iniziato a sentirmi sempre meglio con la mia sessualità, la mia identità e tutto il resto. Ho iniziato ad essere me stesso. Decisi allora che ero finalmente pronto a dichiararmi, indipendentemente da ciò che la mia famiglia o il resto del mondo avrebbero potuto pensare. Stavo finalmente scoprendo me stesso, scoprendo cosa volevo fare nella vita, chi volevo essere e come volevo essere nella mia vita.

Le cose cominciarono finalmente a migliorare con mia madre e i miei fratelli una volta scoperto il vero Valentino. Non ho mai più avuto una relazione con mio padre e sinceramente non ne ho mai più sentito il bisogno. Non ho nessun odio ed ho messo via il passato, so so che non ho bisogno della sua presenza nella mia vita e gli sono molto grato perché se ora sono qui a seguire la mia strada, a vedere il mio sogno realizzarsi, forse è anche per lui. Ho voluto comunque avere un rapporto con mia madre e i miei fratelli perché erano di supporto ai cambiamenti che stavo attraversando e a come mi stavo mettendo in gioco. C’è un rispetto reciproco tra noi e anche se siamo molto diversi nel modo di vivere la vita e di affrontare le cose della vita, ho molto amore e rispetto per loro.

Man mano che mi addentravo nella moda e nella bellezza, nella follia del backstage, nelle sfilate, negli eventi e nell’arte vedevo sempre più opportunità per migliorare il modo in cui le cose venivano fatte. Alla fine di ogni giornata di lavoro, andavo a casa e studiavo, facendo ricerche su tutto ciò che potevo. Sentivo di dover fare qualcosa. Avevo bisogno di presentare il mio messaggio al mondo attraverso il mio marchio. Un marchio deve avere una storia avvincente creata dalla verità dei valori delle persone dietro di esso. Così, ho iniziato a pensare a cosa realmente volessi ed ho subito avuto una risposta chiara. Volevo raccontare una storia attraverso il mio marchio, volevo creare qualcosa di puro, reale, genuino e qualcosa che riflettesse la persona che sono diventato perché ho così tanto da dire, c’è così tanto che voglio condividere, così tanto dentro la mia testa…

Una volta trovato me stesso, tutta la mia passione, ambizione e forza sono entrate in azione, e ho deciso di creare un marchio per rappresentare ciò che volevo dire al mondo. Da qui è nata l’ispirazione per il mio primo blog Valextino. È diventato un luogo ed una comunità con consigli e suggerimenti sulla moda, lo styling e bellezza ma anche un messaggio positivo per le persone che hanno avuto difficoltà come me nell’apprezzare se stessi e l’essere ok con la propria immagine.

La Nascita di Valuxxo

Il Marchio Valuxxo per Uomo

 

Credo che sia molto importante lavorare sempre per cercare di essere il meglio di se stessi per il proprio bene e non per gli altri. Faccio quello che faccio per il mio benessere, per la mia realizzazione e felicità. La bellezza conta molto per me e per il mio senso di identità. Quando mi guardo allo specchio, sono davvero felice di vedermi con un aspetto più sano. Mi piace molto apparire ben curato, ciò non vuol dire seguire tutte le tendenze ed indossare qualcosa solo perchè è di tendenza o perchè un prodotto molto venduto e tutti lo vogliono ma per me è importante la cura di se stessi per star bene, per sentirsi bene e per il piacere personale.

Mi piace ispirare gli altri a fare lo stesso, il prendersi cura di se, guardarsi allo specchio ed apprezzarsi è una sensazione bellissima, ci fa stare bene e su questo non c’è ombra di dubbio! 

Oltre al blog, sapevo che volevo creare il mio marchio di skincare e moda. Sono sempre stato molto interessato alla cura della pelle e a mangiare bene o almeno a fare del mio meglio per farlo. Sono molto attento a ciò che ingerisco o applico sulla mia pelle. La sostenibiltà è un argomento strettamente importante per me e mi ci sono avvicinato molto negli ultimi anni ed è per questo che sia gli ingredienti usati nei miei prodotti che la confezione rappresentassero la naturalezza e la sostenibilità e purezza.

Valuxxo è il nome con cui mia madre mi chiamava da bambino, beh, ancora adesso… È una delle poche cose belle e positive della mia infanzia e mi è rimasta impressa fino ad oggi. Usare questo nome per il mio marchio fa parte di una rivoluzione interna per me. È prendere qualcosa di profondamente negativo dal mio passato e trovare il bene in esso, e poi diffondere questo bene al mondo. Cerco di ispirare gli altri ad imparare ad amarsi per quello che sono, senza preoccuparsi del giudizio altrui.

E’ meravigliosamente stupendo il potersi esprimere come si vuole, l’essere se stessi, prendersi cura di se stessi ed avere cura della propria immagine ed è attraverso una forma di auto-espressione artistica e creatività combinata con l’esperienza, la conoscenza e delle persone veramente talentuose che voglio condividere tutto questo e tutto questo si chiama Valuxxo.

Tutto ciò che Valuxxo rappresenta viene dall’esperienza di vita personale e dai principi in cui credo fino in fondo. Credo che l’essenza della vita si trovi nella natura, nella comunità e nell’espressione artistica di sé. Credo che ogni essere umano meriti di sentirsi bene nella propria pelle o quando si guarda allo specchio e decide come presentarsi al mondo. Questo è ciò che significa vivere per se stessi ed avere il controllo di se stessi (e non per la società o per ciò che qualcun altro vuole).

Alla fine, ciò che è veramente importante di quesa vita è prenderci cura di noi stessi, sia dentro che fuori. Il tuo aspetto e le tue emozioni possono essere inestricabilmente legati. Il modo in cui ti vedi influenza il modo in cui il resto del mondo ti vede e viceversa. Per questo motivo, mi impegno con tutte le mie forze e consocenze a creare prodotti di qualità che aiutino a mantenere sano il nostro aspetto esteriore.

Per questo motivo, tutto ciò che Valuxxo produce e offre aderisce a rigorosi standard di qualità nell’approvvigionamento, produzione e distribuzione. Tutto inizia con le scelte che facciamo.

Perché “Per uomo”

La ragione per cui Valuxxo è un marchio per uomo è perché è un prodotto della mia autenticità e mi rappresenta pienamente personalmente e professionalmente, mi permette di usare la mia creatività interiore al massimo e questo è qualcosa che mi motiva ogni singolo giorno a creare il meglio per me stesso e per i miei clienti nel miglior modo possibile e con la massima qualità perché voglio il meglio per me e per chi mi segue.

Valuxxo la firma

Valuxxo il Logo

Pin It on Pinterest

0
    0
    Il tuo carrello
    il carrello è vuotoRitorna al negozio